TAGLIACOZZO, L’ING. SIMONE CHICARELLA RICEVUTO IN MUNICIPIO AL SUO RIENTRO DALLA MISSIONE IN ANTARTIDE


Sabato 27 gennaio, alle ore 12, nella Sala Consiliare del Comune della Città di Tagliacozzo, il Sindaco Vincenzo Giovagnorio e l’Amministrazione Comunale accoglieranno l’Ing. Simone Chicarella, al suo rientro quale Station Leader della 32a spedizione e del 13° “Winter-over” in Antartide. L’importante spedizione al Polo Sud, presieduta dal giovane tagliacozzano, è iniziata l’8 novembre 2016 e si è conclusa il 23 dicembre scorso. All’Ing. Chicarella verrà conferito dal Sindaco un AttestaTO di Benemerenza Municipale per gli altissimi meriti scientifici e professionali conseguiti in virtù del lavoro svolto nella citata Missione quale garante del buon funzionamento della piattaforma scientifica Concordia e dell’efficienza del suo equipaggio.

Simone Chicarella, nato a L’Aquila il 6 maggio 1981, ma residente da sempre a Tagliacozzo, è laureato in ingegneria elettronica ed è Tecnico di laboratorio nel Dipartimento di Ingegneria dell’informazione, dell’elettronica e delle telecomunicazioni dell’Università La Sapienza di Roma. Vive a Roma ed è sposato con la dott.ssa Alessandra Intraversato. Nel periodo sopra citato è stato organizzatore e gestore delle attività della Base antartica “Concordia”, delle risorse e del personale. Ha seguito personalmente, nell’occasione, nove esperimenti scientifici: SuperDarn, Radar per lo studio dei moti convettivi del plasma ionosferico; Saoz, spettrometro nell’U.V. e nel visibile per la misurazione di ozono e del diossido d’azoto; Magnet, per la misurazione del campo magnetico assoluto terrestre; Geowaves, per la misurazione ad alta velocità di acquisizione del campo magnetico terrestre; Chinstrap, per il rilevamento e il contatore di neutroni liberi; Hamstrad, radiometro per la misura dei profili di umidità e della temperatura dell’atmosfera; Netlander, per la misurazione del campo magnetico in ambienti extraterrestri; Sismo, sismometri per la comprensione della propagazione dei terremoti; Isacco: per la misurazione della scintillazione ionosferica tramite segnali G.P.S.
Dopo questa esperienza tornerà a lavoro presso l’Università La Sapienza di Roma.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24