TOLLO. MINORANZA:”Aumentano le indennità degli amministratori, aumentano le tariffe e i diritti di segreteria, aumentano le spese, aumentano le entrate”


RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO DEL GRUPPO DI MINORANZA AL COMUNE DI TOLLO

 

Tollo paese dell’uva, del vino e degli aumenti. Aumentano le indennità degli amministratori, aumentano le tariffe e i diritti di segreteria, aumentano le spese, aumentano le entrate. La giunta “illegale” del Ns Comune, nella seduta del 09.10.2017, con verbale n. 93, ha deliberato una “variazione d’urgenza al bilancio di previsione 2017/2019”. Sono previsti, tra gli altri,  i seguenti “aumenti di spesa”

aumento del 40% dei rimborsi spese di viaggio e indennità di missione, la precedente giunta in cinque anni  non ha speso un euro;

aumento del 89,75% delle spese per stampati, registri, cancelleria, ecc.; aumento del 33% delle spese per acquisto beni per uffici comunali; aumento del 24.43% per spese per liti, risarcimenti, ecc.;

aumento del 50% per spese per colonia marina; aumento del 104% per spesa pulizia locali scuola;

aumento del 33.27% per spese per spettacoli e manifestazioni culturali e ricreativi; aumento del 49.80% per spese manutenzione, ecc., viabilità, circolazione, ecc. acquisto beni di consumo. Tutti questi aumenti di spesa saranno “pareggiati” con un aumento delle entrate come:

aumento del 175% dei proventi derivanti dall’imposta comunale sulla pubblicità; aumento del 33% derivante dai proventi illuminazione privata sepolture, ma soprattutto con il capitolo 8/0 ” Imu da Accertamenti anni Precedenti” che prevede una entrata di €110.000,00. A parere dello scrivente, la variazione così come apportata, contiene “spese certe” e già sostenute a fronte di entrate solo ipotetiche e di dubbia riscossione, come per esempio i proventi derivanti dal generico capitolo “8/0” “IMU da accertamenti  anni precedenti “, tenendo negli ultimi anni è stata riscossa una somma, da accertamenti, inferiore alla metà di quella messa nella variazione di bilancio  deliberata. I dubbi del sottoscritto sono condivisi dal Revisore dei Conti del Comune, il quale nel proprio parere esprime un giudizio favorevole alla proposta di variazione, invitando gli organi dell’ente e il Responsabile del Servizio Finanziario ad una “maggiore prudenza” sulle variazioni in aumento ed in particolare quella riguardante “l’Imu da Accertamenti anni  Precedenti”, visto il trend di entrata degli ultimi anni, onde evitare conseguenze negative sul Bilancio Consuntivo. Da sottolineare che nella variazione d’urgenza approvata è prevista “in riduzione” ,da 80.000 a 60.000, l’entrata derivante dai proventi contravvenzionali. Evidentemente la politica dell’autovelox “tutti i giorni” non ha dato i risultati sperati.  Non sarà questo il motivo che ha indotto il Sindaco Angelo Radica, anche in questo caso forzando la legge,  ad avocare a se la responsabilità del settore finanziario del comune?

Gruppo consigliare di minoranza “Art. 1 per Tollo”                               

  Il capogruppo Ettore Leve

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24