IL NATALE INCLUSIVO DELL’ISTITUTO ALBERGHIERO DE CECCO


Hanno ballato, cantato, recitato, interpretato e anche improvvisato, come nelle migliori piéce teatrali, dimostrando abilità e talenti d’eccellenza, straordinari, e portando sulla scena uno spettacolo eccezionale, commovente e, a tratti, esilarante, per la spontaneità e prontezza di spirito dei protagonisti. E lo spettacolo ‘Verrà un bambino…di nome Gesù’ ha riscosso applausi a scena aperta, applausi per i ragazzi speciali e non dell’Istituto Alberghiero e Turistico Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara, che hanno partecipato all’evento, e anche per le docenti che hanno preparato e seguito l’intero allestimento, ovvero Cinzia Chiaiese, Maria Grazia Coccia e Caterina Pozzi”. Lo ha detto la Dirigente dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’, Alessandra Di Pietro salutando le famiglie presenti oggi all’iniziativa, che ha impegnato la Sala Rossa del Mediamuseum, con la partecipazione della rappresentante dell’Ufficio Scolastico Provinciale Daniela Puglisi.

Lo spettacolo – ha spiegato la dirigente dell’Istituto Alberghiero ‘De Cecco’, Alessandra Di Pietro – nasce all’interno del Progetto di inclusione dei nostri studenti che hanno una diversa abilità o una difficoltà e vuole essere un momento di condivisione e di incontro con il territorio, con le Istituzioni, anche con le famiglie per presentare i frutti del lavoro condotto ogni giorno sui banchi della nostra scuola, in un rapporto di continuo scambio e soprattutto di piena integrazione dei nostri ragazzi che, attraverso il nostro Istituto, hanno modo di crescere e di apprendere in un ambiente protetto, ma comunque aperto al mercato del lavoro che deve prepararsi ad accoglierli innanzitutto conoscendo le loro profonde e numerose abilità e creando le basi per consentire loro una perfetta autonomia. Tutto questo è il nostro ‘Natale dell’Inclusione’ che oggi ci ha permesso di scoprire dei veri talenti tra i ragazzi, che stanno seguendo un percorso di apprendimento straordinario, non semplicemente nozionistico, ma partecipativo”. Lo spettacolo ha ripercorso le ultime fasi prima della nascita di Cristo, con gli studenti che tra canti natalizi e una travolgente pizzica salentina, hanno ricordato la festa per l’annunciata nascita del ‘Re’ e quindi il peregrinaggio di Giuseppe e Maria alla ricerca di un ricovero per il parto della Madonna, avvenuto poi in una mangiatoia. “All’evento – ha ricordato la Dirigente Di Pietro – hanno partecipato anche ex studenti a testimoniare il fil rouge che sempre lega i nostri ragazzi a una scuola estremamente inclusiva, e hanno tenuto per mano i nostri studenti speciali che hanno dimostrato doti interpretative insospettabili, superando in modo brillante quelle barriere e ostacoli, fisici o emotivi spesso legati alla diversa abilità”. Lo spettacolo si è chiuso sulle note di ‘Oh Happy Day’, eseguita con l’accompagnamento straordinario del Maestro Gianfranco Onesti alla Fisarmonica, e la consegna degli attestati ai protagonisti dello spettacolo.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24