LANCIANO : RAGAZZINA IN DIFFICOLTA' TRA LE ONDE, IL SOCCORRITORE ABUSA DI LEI MENTRE L'AIUTA


Una faticosa nuotata in mare culminata con una presunta violenza sessuale su una minore di 15 anni in vacanza con i genitori.  A chiusura delle indagini il pm Rosaria Vecchi chiede al gip il rinvio a giudizio per un uomo di 60 anni, amico di famiglia della presunta vittima.  I fatti contestati all’imputato frentano sarebbero accaduti lo scorso 21 luglio, sulla spiaggia di Fossacesia, dove si sono accampate entrambe le famiglie dei protagonisti per trascorrere una giornata in tranquillità . Il caldo torrido della scorsa estate non si dimentica di certo, così a un certo punto la terribile calura induce sia la ragazzina che l’amico di famiglia a fare una bella nuotata. Una nuotata  lunga e molto faticosa, tanto che al ritorno la ragazza inizia ad annaspare per lo sfinimento.

L’amico di famiglia se ne accorge e la tranquillizza cercando di aiutarla. «Appoggiati a me, ti sorreggo io» le dice. E nel contatto fisico, secondo l‘accusa, l’uomo inizia prima palpeggiare la giovane, anche al seno, poi le sue mani vanno oltre. Grande la paura e lo shoc per la ragazza , che a  casa  racconta quanto accaduto facendo scaturire una denuncia penale.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

LANCIANO – STABILI LE CONDIZIONI DELLA DONNA FERITA NEL CROLLO DEL PONTE MORANDI DI GENOVA

Le condizioni restano stabili di Rita Giancristofaro, 40 anni, agente immobiliare di origini lancianesi e residente a …