PARCO NATURALE REGIONALE SIRENTE VELINO. PROSIA: LA REGIONE A DISTANZA DI 7 MESI ANCORA NON NOMINA I PROPRI RAPPRESENTANTI


“Lasciare incompleto il Consiglio Direttivo del Parco Velino Sirente è un fatto grave, dimostrazione di come la Regione Abruzzo sia poco interessata all’entroterra della Regione”. Così Marcello Prosia, eponente di sinistra, Celanese, torna sul problema dopo l’intervento del Consigliere Regionale Pierpaolo Pietrucci. Quasi un mese fa, il politico regionale denunciava: “la Regione trascura e danneggia il Parco Sirente-Velino”, ricordando come sette mesi fa – sull’home page della Regione – (REGFLASH) US 210715 (/notizie_stampa) – veniva annunciata ufficialmente la firma, da parte del Presidente Marsilio, dei decreti di nomina del Presidente del Parco Naturale Regionale Sirente Velino, Francesco D’Amore e di tre membri del Consiglio Direttivo, scelti su indicazione della Comunità Del Parco, Francesco Franceschi, Sabatino Musti e Gianfranco Tedeschi.
A questi, evidenzia Prosia, si sarebbero dovuti aggiungere i tre componenti nominati dalla Regione Abruzzo, nomina che ad oggi, a distanza di ben 7 mesi, ancora non vengono fatte.

“Il Parco Sirente-Velino è una risorsa importante non solo del territorio di cui fa parte, ma dell’intera Regione. Un dato di fatto che dovrebbe porlo al centro delle iniziative politiche e di supporto Regionale che a quanto pare però ad oggi non sembra”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24